Come si sta evolvendo la telefonia mobile?

La diffusione dei servizi internet ha consentito un ampliamento delle promozioni destinate agli utenti delle linee mobili. Piani ricaricabili e in abbonamento sono cambiati rispetto al passato, nei contenuti e nei costi. Le proiezioni dell’ultima edizione del Mobile World Congress fanno auspicare un rafforzamento del legame tra offerte telefonia mobile e scelta dell’utente finale.

 

Le previsioni del Mobile World Congress

Oggi gli operatori telefonici tendono ad offrire minuti di conversazione e giga per la navigazione; ma è proprio la navigazione su internet ad essere la parte “in espansione” dell’offerta.

Secondo le stime, infatti, il traffico dati mobile aumenterà tra il 20 e il 100% all’anno nei prossimi 10 anni. Questo aumento sarà trainato dal traffico generato dai video.
Non è difficile capire che il futuro dello smartphone sarà la fruizione di video, con proposte che arriveranno dalle aziende televisive e tramite streaming on demand, All’interno di questo conteso, le evoluzioni tecnologiche e lo sviluppo del 5G saranno molto importanti.
Le reti voce e dati tradizionali, infatti, sono ormai sopraffatte dalla quantità di traffico generato dai nostri smartphone e, nel breve periodo, gli operatori saranno incapaci di investire risorse per mantenere i propri servizi ad un livello adeguato.
Per fortuna, nel lungo periodo si muove qualcosa e l’avvento del 5G favorirà la realizzazione di reti più stabili e adatte ad accogliere la mole consistente di traffico dati.

Ma non finisce qui: con l’avvento dell’Internet of Things e delle comunicazioni machine-to-machine l’importanza della rete mobile sarà sempre maggiore.
In questo senso, la convergenza tra l’offerta di telefonia mobile e telefonia fissa diventerà lo standard di mercato. Gli operatori che oggi si muovono soltanto nell’arena del “pure mobile”, rischiano quindi di restare ai margini del mercato perché nell’immediato futuro non saranno in grado di offrire servizi complementari ai consumatori.

 

Come cambia il mercato della telefonia mobile?

Gli utenti sono passati da due a tre dispositivi mobili a testa: molto spesso infatti, oltre a quello personale, c’è almeno quello utilizzato per il lavoro. Inoltre, dal 2019, si stima che i dispositivi utilizzati si attesteranno a 13 milioni e mezzo.
Le offerte smartphone, dunque, saranno affiancate da quelle dedicate agli apparecchi wearable, ampliando il panorama della telefonia mobile. Il 2016 è l’anno degli ibridi, i dispositivi che hanno funzionalità e caratteristiche sia dei tablet che dei notebook: i 2-in-1 o convertibili. Essi si rivolgono, prevalentemente, ai clienti business, per via dei prezzi che non sono alla portata di tutti. Entro tre anni il traffico dati Mobile potrà essere paragonato a quello di 90 milioni di Dvd al mese. In termini numerici, esso sfiorerà i 360 petabyte al mese. Questo significa un incremento della domanda, da parte dell’utente medio, di offerte per telefonia mobile.
Le nuove tecnologie andranno ad arricchire il panorama della telefonia mobile e molto probabilmente, faranno crescere il numero di offerte per smartphone riducendone forse i costi.
In Europa, infatti, soltanto sette stati presentano dei pacchetti che comprendono chiamate e SMS illimitati a tariffe accessibili.
La Finlandia è lo Stato europeo con il miglior rapporto tra costo mensile della tariffa e GB di traffico compresi: qui i pacchetti più convenienti offrono in media 10 GB per circa 17 euro. L’Irlanda, invece, è il paese dove ci sono le tariffe più appetibili.
Di fronte ad una maggiore domanda i prezzi potrebbero, da un lato, lievitare ma dall’altro diminuire, a fronte di un aumento dei competitor interessati ad entrare in un mercato sempre più invitante.

Ultimi articoli in Mobile

Google Pixel e Google Pixel XL saranno presentati oggi da Google. I due dispositivi nascono dalla collaborazione di Google con HTC, che hanno dato vita a due smartphone dal design…

Gli operatori telefonici virtuali stanno prendendo il sopravvento rispetto a quelli di telefonia tradizionali. Ma passare da un operatore tradizionale ad un operatore virtuale conviene davvero? Attualmente un operatore virtuale…

È stato da pochi giorni aggiornato il Microsoft Lumia 650 e adesso tocca al modello più vecchio il Microsoft Lumia 550, in cui verrà istallato il nuovissimo sistema operativo Windows 10…

Nexus 5 ha riscontrato dei problemi durante l’update del sistema operativo Android 7.0 Nougat. Lo smartphone, infatti, va in bootloop ed impedisce qualsiasi accesso al terminale, segnalando dei bug. Sono sempre…

Pagina 1 di 912345...Ultima »