La nuova app Sarahah, in arrivo dall’Arabia Saudita svela nuove e importanti indiscrezioni relative all’utilizzo dei numeri telefonici e gli indirizzi mail. Secondo quando è stato messo in circolazione…

Sarahah, nuove indiscrezioni sull’app del momento

Sarahah, nuove indiscrezioni sull’app del momento

 

La nuova app Sarahah, in arrivo dall’Arabia Saudita svela nuove e importanti indiscrezioni relative all’utilizzo dei numeri telefonici e gli indirizzi mail.

Secondo quando è stato messo in circolazione sull’app, nell’ultimo periodo, Sarahah raccoglie e salva i numeri di telefoni presenti sulla rubrica e anche gli indirizzi mail dei contatti personali dell’utente.

Una situazione che mette in allerta chi sta utilizzando la app e soprattutto che compromette di molto il livello di privacy e di sicurezza nei confronti degli utenti.

Sarahah nasce con l’obiettivo di inviare ai propri contatti dei messaggi anonimi, questo sistema è stato escogitato per tutelare i lavoratori arabi, che attraverso questa app possono comunicare il proprio malcontento al datore di lavoro, senza che questo possa avviare delle ritorsioni nei confronti dei propri lavoratori.

L’app così consente agli utenti di essere completamente sinceri nei confronti del contatto, ma allo stesso tempo di mantenerne l’anonimato.

Secondo quanto emerso nell’ultimo periodo l’applicazione finisce per salvare tutti i dati personali di chi utilizza l’app. I dati personali in questione sono numeri telefonici e indirizzi mail presenti nella rubrica personale dell’utente che ha scaricato e fa uso di Sarahah.

Una volta installata la app e aperta sul proprio smartphone, Sarahah provvede immediatamente a prendere i dati personali e a salvarli in un server esterno. L’app, infatti, una volta aperta, trasferisce in automatico numeri telefonici e indirizzi mail a questo server esterno.

Il salvataggio dei dati avviene indipendentemente dal sistema operativo con il quale si accede all’app, dunque sono in netto rischio sia i clienit iOS che Android.

Nonostante ciò, i clienti iPhone sono un passo in avanti rispetto a tutti gli altri utenti. Se l’app, infatti, è installata su un sistema operativo iOS, prima di salvare i dati richiede un permesso speciale all’utente, al fin di fare accedere l’app stessa nella rubrica, così da poter salvare i propri contatti personali.

Per tutti gli altri utenti che hanno installato sul proprio smartphone il sistema operativo Android, questo tipo di permesso non è attivo. Possono vantare di una maggiore sicurezza del sistema, solo tutti gli utenti che risultano aver attivo l’ultimo aggiornamento del sistema operativo Android, che presenta i permessi, e blocca il salvataggio automatico delle informazioni da parte delle app installate sul proprio dispositivo.

Leave a Reply