Passato sia alla Camera che al Senato il ddl Quntarelli, che ha come obiettivo quello di tenere sotto controllo gli abusi degli operatori telefonici e delle aziende costruttrici dei dispositivi…

Ddl Quintarelli, scontro tra utenti e operatori telefonici

Ddl Quintarelli, scontro tra utenti e operatori telefonici

Passato sia alla Camera che al Senato il ddl Quntarelli, che ha come obiettivo quello di tenere sotto controllo gli abusi degli operatori telefonici e delle aziende costruttrici dei dispositivi mobili.

Il ddl era stato anche tacciato di essere anti Apple e per fare fronte a queste accuse è andato incontro ad alcune modifiche. Vere e proprie polemiche si sono alzate contro il ddl tanto che hanno messo anche a rischio il fatto che questo potesse passare al Senato.

L’obiettivo del ddl è quello di sostenere gli utenti e i consumatori contro quelli che sono gli abusi da parte degli operatori telefonici e delle aziende che producono gli smartphone, al fine di garantire una maggiore libertà di scelta delle app e una maggiore libertà per l’utilizzo della rete.

La legge in questo caso appare come una legge contro la libertà ma soprattutto contro l’utilizzo dei dispositivi Apple. Lo scontro coinvolge gli operatori telefonici che vedono intaccata la loro neutralità della rete così da rallentare o velocizzare la linea a suo piacimento. Dall’altra parte gli utenti che non possono usufruire dei nuovi software sul proprio dispositivo e allo stesso tempo rimuovere quelli pre installati sullo smartphone.

Un sistema del genere non farebbe altro che aprire il sistema operativo Apple (di per sè chiuso) agli altri utenti così da dare una maggiore libertà agli utenti nella scelta delle proprie app senza il vincolo del sistema operativo presente sul proprio smartphone.

Il ddl così limita quella che potrebbe essere la presenza di un sistema operativo chiuso e limitante per i propri utenti, garantendone così una maggiore libertà e garantirne anche l’uso di browser alternativi.

Una soluzione che potrebbe portare all’omologazione del settore mobile e alla possibilità di accedere a qualsiasi software da qualsiasi dispositivo. La legge nasce per difesa di quelli che potrebbero essere i problemi futuri, così da impedire qualsiasi limitazione all’accesso internet libero sui diversi dispositivi mobili nazionali.

Il ddl Quintarelli porta anche a limitare quello che potrebbe essere e diventare il controllo monopolistico del mercato mobile nazionale e blocca anche gli eventuali abusi da parte sia dei gestori telefonici che delle aziende produttrici di smartphone.

 

Leave a Reply