La società cinese ZTE ha un nuovo obiettivo: investire sul mercato italiano e vuole ottenere una quota di mercato pari al 4-5% entro il 2017. ZTE rappresenta un nuovo produttore di…

ZTE investe sull’Italia

ZTE investe sull’Italia

La società cinese ZTE ha un nuovo obiettivo: investire sul mercato italiano e vuole ottenere una quota di mercato pari al 4-5% entro il 2017.

ZTE rappresenta un nuovo produttore di smartophone cinese che desidera affacciarsi al mercato italiano dei dispositivi mobile. Secondo quanto dichiarato dal country manager Simon Zhang, la ZTE punta a recuperare quelle che sono le quote azionarie lasciare libere da Nokia. Per la ZTE è un ritorno quello in Italia, in quanto gli smartphone dell’azienda sono già conosciuti dai nostri operatori telefonici nazionali, mentre monito per la ZTE è il modello Huawei, che è riuscito a guadagnare una posizione di rispetto pari a quella di un Samsung. Mentre ZTE si è anche distinta a livello di infrastrutture e reti.

Per accrescere la sua diffusione ZTE ha anche firmato un accordo con Media World, così da riuscire a portare i device di casa ZTE direttamente sul mercato nazionale e a portata dei consumatori. Tra i prodotti di punta: Blade V7, Blade V7 LITE, Blade L5 Plus, Blade A452 e Blade A506.

Il progetto di ZTE è quello di seguire due linee parallele, una che porta direttamente al mercato e una che celebra l’unione e la collaborazione con altri operatori. Infatti dimostrare che i propri prodotti sono affidabili potrebbe essere possibile affiancandosi a prodotti brandizzati, così da pubblicizzare il marchio ZTE.

Far conoscere il nome ZTE è l’obiettivo di Zhang, attraverso promozioni e strategie di marketing volte a metter sul mercato prodotti con un rapporto qualità- prezzo vantaggiosissimo. Proporre il miglior prodotto al miglior prezzo, puntando anche sulla pubblicità di Huawei sempre più presente sul mercato nazionale.

ZTE vuole seguire le orme di Huawei e come questa essere accettata universalmente.  Per affermarsi sul mercato ZTE vuole prendere il posto degli spazi lasciati da Nokia e Sony. Ed è inoltre il numero uno per la tecnologia e le infrastrutture.

ZTE si è confermata nella top 5, nel 2015, un dato relativo alla produzione di device mobile. Mentre dal 2014,  a dirigere le sezioni di business dell’azienda sono: Operator Solutions, Mobile Devices, Enterprise Business, che hanno il ruolo di promuovere e sviluppare i prodotti sul mercato e accrescere maggiore competitività.

Leave a Reply