Nel marasma di piani tariffari, non si fa in tempo a firmare un contratto con un operatore, che subito spunta un’altra proposta allettante da parte di un altro gestore, magari…

Vuoi disdire un contratto telefonico? ecco cosa fare

Vuoi disdire un contratto telefonico? ecco cosa fare

Nel marasma di piani tariffari, non si fa in tempo a firmare un contratto con un operatore, che subito spunta un’altra proposta allettante da parte di un altro gestore, magari più conveniente di quella già scelta. Oppure è possibile anche che le nostre esigenze siano cambiate e che quell’offerta attivata mesi o anni prima, non faccia più al caso nostro.

In questi casi la disdetta del contratto è inevitabile. Quando si sceglie di disdire un contratto, non esiste un iter comune da seguire, poichè ogni operatore presenta vincoli contrattuali che cambiano da gestore a gestore e in base anche al tipo di abbonamento attivo sulla propria linea telefonica.

Tra le tante conseguenze che portano un utente a disdire il contratto telefonico con il proprio operatore, vi è proprio l’insoddisfazione dell’utente nei confronti del servizio sottoscritto, dal quale dipendono la maggior parte dei disservizi. Ma anche il malfunzionamento della linea telefonica e la connessione internet lenta e discontinua, che non rispetta gli standard garantiti nel contratto telefonico, possono essere altre due cause per inviare la disdetta.

La velocità di connessione lenta è possibile certificarla, grazie anche ai molteplici speed test presenti online, tra cui anche quello messo a disposizione dall’AgCom. Lo speed test non solo permette l’utente di verificare la banda minima garantita e nel caso in cui fosse più bassa, si può inviare il reclamo direttamente al gestore telefonico.  Nel caso di connessione lenta la disdetta telefonica può essere  fatta in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi e penali da pagare.

Per una disdetta telefonica e per non incorrere in costi aggiuntivi la cosa migliore da fare è quella di controllare i tempi di scadenza entro i quali inviare la disdetta del contratto. Nella maggior parte dei casi per inviare la disdetta del contratto, bisogna inviare un modulo di richiesta della disdetta telefonica. Solitamente il modulo è presente online e può essere scaricato direttamente sul sito ufficiale del gestore telefonico. Il modulo può essere inviato o tramite posta certificata pec, fax oppure attraverso raccomandata a/r, queste tre modalità di invio sono le più indicate perchè prevedono il rilascio di una ricevuta di invio. Insieme al modulo di disdetta va allegato anche un documento d’identità del titolare della linea.

Per quanto riguarda i costi questi dipendono dall’operatore. La disdetta infatti può essere gratuita o avere un costo massimo di 100 euro. Non si è sottoposti a pagamento solo nel caso in cui si recede da un contratto entro i 14 giorni dall’attivazione , a causa di disservizi della linea e variazioni contrattuali.

Leave a Reply