ADSL: la trasmissione dati ad alta velocità

addsl_a
ADSL
è l’acronimo di “Asymmetric Digital Subscriber Line”, una frase che sta a indicare una banda digitale che consente un collegamento rapido in Internet tramite cavi telefonici normali.
Il suo utilizzo nella vita quotidiana comporta un necessario approfondimento sul servizio vero e proprio.
L’esigenza estesa di una maggior facilità di accesso ai dati, in entrata ed in uscita, (rispettivamente download ed upload) che fino a qualche decennio fa era realmente lenta e difficoltosa, e la correlata consapevolezza che la banda (ovvero il segnale informativo trasmesso) disponibile che passa attraverso il cosìddetto “doppino telefonico” (linea di trasmissione composta da una coppia di fili di rame utilizzata per la trasmissione delle comunicazioni di dati e telefonia, da parte di un fornitore di servizi) è sfruttabile per una trasmissione dati ad alta velocità, hanno fatto sì che, nel nostro come in altri Paesi, iniziasse un passaggio, rivelatosi piuttosto rapido, dal modem analogico “dial-up” verso l’alta tecnlogia della trasmissione dati (banda larga).
L’utilizzo del “doppino telefonico” rappresenta un vantaggio enorme, in quanto l’attivazione di una linea ADSL sfrutta i cavi delle linee telefoniche già esistenti e non richiede l’installazione di nuove infrastrutture di rete.

Italia: ADSL al 100% su tutto il territorio nazionale

Oggi, nel 2015, la copertura ADSL in Italia, ha raggiunto quasi il 100% di estensione nel nostro territorio. Ovviamente, la velocità di trasmissione maggiore la si registra nelle grandi città. Difatti, in queste ultime, la velocità è di 24 megabit/s mentre, addentrandoci all’interno di paesi, borghi e frazioni, la velocità (espressa sempre in Mbit/s) scende dai 20 sino ai 2.
La velocità di trasmissione in una connessione di rete Internet, nella fattispecie nell’ADSL, è funzionale all’uso che si voglia o possa fare.
Le connessioni Internet, infatti, devono essere in grado di poter beneficiare di banda di elevata ampiezza, per poter accedere ed usufruire dei servizi, multimediali e non, che il Web al giorno d’oggi ci offre.
Per un uso quotidiano a fini meramente lavorativi, quindi riguardante ricerche di articoli, studio o letture dei giornali online, scambio di e-mail e simili, è più che sufficiente una connessione ADSL a 2 Mbps. Nei casi più frequenti, invece, la velocità richiesta è maggiore: per la riproduzione di filmati, file audio, download di software, giochi online, IPTV e videochiamate, una banda di trasmissione di 2 Mbps può risultare insufficiente.
In questi casi, quindi, è auspicabile poter usufruire di un servizio ADSL in grado di fornire più di 2 Mbps, in quanto questi tipi di operazioni elencate richiedono un ingente scambio di dati.
Nel caso in cui, come detto prima, la copertura ADSL sia scarsa o più semplicemente le esigenze lavorative, nonchè esperienze di viaggio, impediscano l’usufruibilità di una banda larga fissa, allora bisognerà ricorrere a fonti alternative per potersi collegare ad Internet.

Vi sono, appositamente per questi casi, le “Internet Keys”, ovvero dei piccoli dispositivi che si connettono mediante USB al proprio PC o Notebook che permettono di sfruttare il traffico dati (solitamente espresso in GB) di una Sim telefonica, previa sottoscrizione di un abbonamento o attivazione di una tariffa ricaricabile, creando quindi la possibilità di collegarsi a una velocità che può raggiungere alte vette in termini di trasmissione dei dati.
Per usufruire di un servizio ADSL, in senso stretto del termine, vi è bisogno, come prima cosa, di verificare se si è coperti da una linea ADSL; passaggio ovviamente trascurabile se si domicilia in un comune di almeno 20000 abitanti.
Effettuata l’eventuale verifica della copertura di rete, una volta che si è quindi certi di essere raggiunti dalla medesima, bisogna sottoscrivere un contratto di attivazione della rete ADSL con un servitore di servizi (provider), che solitamente coincide con i servitori di servizi di telefonia fissa.
L’attivazione del servizio ADSL per quanto riguarda l’utente, che solitamente viene effettuato da un apposito tecnico, richiede l’applicazione alle prese di telefoni, fax e modem analogici, di un apposito filtro, permettendo che a tali apparati arrivino soltanto le frequenze relative al servizio telefonico di base, bloccando a monte quelle per la trasmissione dati, potenziali generatori di fruscii o ronzii.
Vi è anche da dire, per quanto riguarda la linea fissa, che ultimamente, stanno nascendo delle società che offrono la possibilità di usufruire di una connessione internet ADSL fino a 7 Mbit/s anche senza una linea telefonica fissa, evitando così i limiti di consumo che presentano come necessario inconveniente le Internet Keys.
Terminate queste operazioni, come ultimo passaggio vi è quello di fornirsi di un modem o di un router (che supporta più connessioni).
Generalmente, il modem o router è dato direttamente dal servitore di servizi, mediante un contratto di comodato d’uso o di noleggio (a cifre solitamente ragionevoli).
Il modem o il router sono necessari ed essenziali, in quanto sono dei dispositivi di ricetrasmissione che permettono il collegamento tra utente e centrale telefonica: sono quindi i “mezzi” che ci permettono di poter connetterci a Internet e navigare sul Web.

Ultimi articoli in Adsl

DSLAM (Digital Subscriber Line Access Multiplexer) è un dispositivo che consente una maggiore performance nell’utilizzo della connessione internet sia in DSL, ADSL e VDSL. Il DSLAM va posto tra la…

Nel mese di marzo 2016, il colosso dello streaming Netflix ha pubblicato il quinto ISP Speed Index per l’Italia. Netflix è solita realizzare ogni mese questo tipo di rapporto, effettuando…

Il mese di settembre è dedicato alla ripresa: del lavoro dopo le ferie, della scuola dopo le vacanze. Tempo quindi di cambiamenti, per questo sono tanti gli italiani che si…

In un mondo dominato dalle connessioni mobili si sta riscoprendo la convenienza delle tariffe “flat” per i dati. Queste però non sono disponibili per le utenze mobili. Di conseguenza, tanti…

Un dato molto importante, quando si naviga in rete, è la velocità di connessione. Un parametro spesso trascurato ma che riveste un’importanza fondamentale soprattutto quando si sceglie di aderire ad…

La velocità media di navigazione, in Italia, è tra le più lente del vecchio continente. Questo ha spinto il governo e stanziare ben 2,2 miliardi di euro per il piano…

Oramai attivare una nuova linea ADSL è diventata un’attività di routine soprattutto per tutti coloro che, per un motivo o per un altro, hanno la necessità di traslocare. Che siano…

Nasce Premium online, l’offerta congiunta per ADSL e TV di Mediaset e TIM che integra i contenuti della piattaforma televisiva con la capacità trasmissiva delle reti a banda larga e…

Pagina 1 di 812345...Ultima »