È ormai una conferma, Apple non diventerà un operatore telefonico. A lanciare questo importante annuncio è stato Tim Cook, amministratore delegato di Apple, che durante l’evento Startup Fest Europe…

Smentita la notizia di Apple di diventare operatore telefonico

Smentita la notizia di Apple di diventare operatore telefonico

 

È ormai una conferma, Apple non diventerà un operatore telefonico. A lanciare questo importante annuncio è stato Tim Cook, amministratore delegato di Apple, che durante l’evento Startup Fest Europe ad Amsterdam ha dato la conferma che Apple non ha nessuna intenzione di diventare operatore telefonico, o per lo meno questo non rientra tra i progetti futuri dell’azienda.

Tim Cook ha, inoltre, ribadito che sia l’Apple sim che il nuovo iPad Pro, non porteranno alla nascita di nuovi piani tariffari, ma sono dei progetti sui quali si stanno sperimentando componenti per l’utilizzo in altri fronti. Anche se da molti anni si annuncia il potenziale ingresso di Apple nel campo della MVNO (Mobile Virtual Network Operator), notizie che vengono sempre smentite dall’azienda americana.

Quasi un anno fa, in concomitanza con il lancio dei nuovi iPad è uscita da casa Apple la Apple Sim, un modello di Sim molto particolare rispetto a quelli tradizionali sia nelle forma che nella produzione, perchè  la Apple sim è una sim virtuale. La Apple Sim è prodotta direttamente da Apple e permette l’utente di avere meno grattacapi ogni volta che decide di cambiare operatore telefonico, perché ad ogni portabilità non bisognerà cambiare la sim (intesa come supporto fisico). Con questa soluzione non si avranno più problemi, in quanto è facile riprogrammarla e abbinarla a qualsiasi operatore telefonico, così da utilizzare anche i tablet Apple che non possiedono chip telefonico.

La scelta da parte della Apple di non diventare operatore telefonico, dipende dal fatto che l’azienda non possiede specifiche competenze nel campo del network. Ma sempre secondo quanto dichiarato da Cook alla convention, saranno presentati nuovi prodotti legati alla tecnologia dell’e-Sim.

Ricordiamo che la Apple collabora in modo globale con i maggiori operatori telefonici di diversi paesi nel mondo: negli States con AT&T, nel Regno Unito con O2, senza dimenticare T-Mobile e Orange. La loro filosofia è imparare continuamente ed espandersi, arrivando a superare  livelli di tecnologia sempre più alti.

Nella situazione attuale, creare un network Apple e di conseguenza tariffe e piani dati, vorrebbe dire affrontare trafile burocratiche e leggi, diverse in ogni stato. Apple non si dice pronta ad affrontate tutto ciò e soprattutto non ritiene questa manovra importante per investire il capitale dell’azienda.

Leave a Reply