Bisogna aspettare giugno 2017 per l’eliminazione completa del servizio roaming per chi viaggia in Europa. Dopo il 15 giungo 2017, infatti, si potrà telefonare, navigare e inviare sms all’estero con…

Roaming, ecco come non pagarlo

Roaming, ecco come non pagarlo

Bisogna aspettare giugno 2017 per l’eliminazione completa del servizio roaming per chi viaggia in Europa. Dopo il 15 giungo 2017, infatti, si potrà telefonare, navigare e inviare sms all’estero con la stessa tariffa con cui si telefona, si inviano sms e si naviga nella nazione di provenienza. Ma adesso esistono delle soluzioni pratiche e veloci che permettono di andare all’estero e non spendere una fortuna.

Lo scorso aprile è entrato in vigore un accordo decretato dal Parlamento europeo, che prevede la possibilità di pagare di meno per chi telefona, invia sms e naviga in internet all’estero. Questo rappresenta un primo passo verso la cancellazione definitiva del servizio roaming. Niente più tariffe esorbitanti per chi accidentalmente dimentica di disattivare il roaming.

Durante quest’anno, gli operatori dovranno stringere accordi tra di loro cercando di garantire la copertura necessaria per i propri clienti che viaggiano in tutta Europa. Se si vuole risparmiare un’alternativa valida è sicuramente quella di acquistare una sim internazionale che al giusto prezzo permette di telefonare, inviare sms e navigare da e verso l’Italia, abbandonando i costi esagerati del servizio roaming.

Una soluzione efficace è ChatSim, la prima sim (italiana) che ti permette di inviare sms da tutto il mondo dalle app di messaggistica al costo di 10 euro l’anno. È possibile ordinare ChatSim in 150 paesi nel mondo e associarla alla sim principale. Con ChatSim puoi inviare solo messaggi. Tra le sim esiste anche Zero Dati, in grado di farti navigare all’estero con una tariffa molto più bassa rispetto a quella di alcuni operatori telefonici. L’offerta ha un costo di 69 euro per 1 Gb di connessione dati. Anche XXSim propone ottime tariffe per chiamare dall’estero e bisogna sostituirla a quella che si usa abitualmente.

Tra le altre soluzioni l’app Crowroaming, una condivisione di dati gratuita, che ti permette di sfruttare la connessione internet degli apparecchi che usano la stessa app. Crowroaming è disponibile solo su Android. Sempre per navigare è un’ottima soluzone Wi-FI Finder, che salva gli hot spot delle principali città semplicemente scaricando l’app e salvando il database delle rete wireless messe a disposizione gratuitamente. L’app è disponibile sia per sistemi operativi iOS che Android.

Leave a Reply