Con il servizio roaming e la prossima eliminazione, chiamare all’estero avrà lo stesso costo di quando si chiama a casa per questo motivo impazzano le possibilità che possano arrivare dei…

Roaming, controlli alla tariffe

Roaming, controlli alla tariffe

Con il servizio roaming e la prossima eliminazione, chiamare all’estero avrà lo stesso costo di quando si chiama a casa per questo motivo impazzano le possibilità che possano arrivare dei furbetti a sfruttare tariffe convenienti anche al proprio paese di origine.

I gestori telefonici nazionali per esorcizzare tale manovra corrono ai ripari controllando i movimenti degli utenti e basandosi sul principio di residenza. Questa è una proposta avanzata alla Commissione europea e che scatterà a metà di giugno in concomitanza con l’eliminazione definitiva del servizio di roaming.

Le varie compagnie telefoniche gestiranno il traffico dati per la connessione mobile in modo del tutto omogeneo, con alcune maggiorazioni, che scatteranno solo in casi del tutto eccezionali e con la perdita dei ricavi. Anche se gli operatori rimangono in attesa di valutare tutte le eventualità possibili. Intanto a Bruxelles si chiede di valutare i sovraccosti del roaming al fine di definire un uso equo dell’utilizzazione del proprio telefono e della propria sim anche all’estero.

Ovviamente non dovrà essere permesso al cittadino di sfruttare tariffe convenienti stipulate da operatori telefonici degli altri stati nel proprio paese di appartenenza. Per questo motivo verranno proposte delle regole che si baseranno principalmente sul principio di residenza, ma anche sui legami stabili e il paese in cui si è comprata la sim (sono inclusi nel sistema anche i lavoratori anche gli studenti all’estero per il progetto Erasmus).

Nel caso in cui l’utente viene scoperto con sim multiple e o una sim con una lunga inattività dovrà pagare delle penali, che saranno proporzionate al reato commesso. In aggiunta verrà sottoposto un listino di sovraccosti che si andranno ad aggiungere al prezzo d’ingrosso del roaming: 4 centesimi in più al minuto per le chiamate, 1 centesimo per gli sms e 0,85 centesimi per ogni mb di traffico dati per la connessione mobile.

Dopo anni che a Bruxelles si combatte contro i costi eccessivi del roaming, e sulla questione relativa alla disattivazione di questo manualmente attraverso l’utilizzo dell’opzione di mancato collegamento. Dunque si chiede non solo all’eliminazione dei costi ma anche al controllo degli eventuali abusi dei servizi presenti tra un paese e un altro.

Leave a Reply