Sempre più consumatori si dimostrano infedeli e cambiano spesso operatore telefonico.  Solo quest’anno si è registrato il 65% per il cambio di operatore che, come valore economico, ammonta a 250…

Perchè sempre più consumatori cambiano operatore

Perchè sempre più consumatori cambiano operatore

Sempre più consumatori si dimostrano infedeli e cambiano spesso operatore telefonico.  Solo quest’anno si è registrato il 65% per il cambio di operatore che, come valore economico, ammonta a 250 miliardi.

Il cambio di operatore è una pratica consueta per i consumatori italiani, che tendono sempre più spesso a cambiare gestori anche nei settori strategici delle altre utenze domestiche e anche dei servizi bancari.

Il dato dello swithching economy in Italia è in forte crescita rispetto a quello del 2014 e allo stesso tempo risulta essere anche la percentuale più elevata rispetto agli altri paesi, che tra Regno Unito, Stati Uniti, Germania e Francia non superano il 52-55%.

Di questo passo il futuro non promette bene, sarà possibile confrontare le offerte in Rete e capire gli interventi legislativi a favore del mercato della concorrenza, tutte informazioni necessarie affinché il gestore possa studiare un piano strategico in grado di trattenere i vecchi clienti e sottrarre nuovi clienti alla concorrenza. Tra le strategie più comuni è quella di prendersi in carica tutta la burocrazia necessarie per sbrigare le pratiche di transazione.

Perché sempre più consumatori si sottopongono al cambio di operatore?

Tra le motivazioni più comuni vi sono: il prezzo della tariffa, la convenienza del passaggio, le promozioni attive, la qualità del servizio. Tra tutti questi fattori, quello con maggiore peso, è sicuramente il fattore economico. Ma ciò che porta a cambiare operatore è anche la qualità del servizio e la non completa soddisfazione da parte del cliente sul servizio fornito dal gestore.

Quest’ultimo punto dipende dalle aspettative sempre più elevate da parte del cliente, il quale va alla ricerca di un servizio efficiente e competente soprattutto nel campo dell’assistenza a distanza, dei call center e nei punti vendita.

Ciò è una causa dovuta al fatto che le aziende non  riescono a gestire i propri clienti in multicanale. Il gestore potrebbe riuscire a trattenere il proprio cliente agendo in maniera tempestiva ai reclami inviati e risolvendo i problemi prontamente. Invece l’assistenza ai clienti (soprattutto quella che arriva dai call center) è sempre più deludente e poco precisa,senza contare che mancano servizi studiati proprio per convincere il consumatore a non cambiare operatore. Le aziende infatti non sono addestrate a mettere in pratica strategie in grado di non portare il cliente al cambio.

Leave a Reply