Internet of Things non è un mondo di soli vantaggi, poichè sempre più dispositivi connessi possono causare l’insorgere di problemi di diverso genere, da quelli relativi alla privacy a quello…

Internet of Things, non solo vantaggi

Internet of Things, non solo vantaggi

Internet of Things non è un mondo di soli vantaggi, poichè sempre più dispositivi connessi possono causare l’insorgere di problemi di diverso genere, da quelli relativi alla privacy a quello per la manutenzione.

Ma nonostante queste avversità, la tecnologia Internet of Things è un settore in continua crescite e in continua evoluzione tanto che si pensa che entro il 2020 nel mondo ci saranno più di 75 miliardi di dispositivi connessi attraverso tale tecnologia.

Ma la potenza smisurata dell’Internet of Things non lo rende immune da diversi rischi in cui può incorrere come problematiche di diversa natura. Un utilizzo non conforme dell’Internet of Things potrebbe essere la causa di gravi rischi per la salute ma anche mettere a repentaglio la privacy dei clienti.

La crescita dell’Internet of Things porterà alla crescita estremamente rapida dei dispositivi connessi. Attualmente sono davvero pochi i device in grado di sfruttare la tecnologia dell’Internet of Things. Ma in futuro ogni oggetto della vita quotidiana potrà essere connesso in rete. Basti pensare ai semplici elettrodomestici come condizionatori, forni a microonde ecc…

Tutta questa crescita di dispositivi potrebbe essere vista come la causa del rallentamento della comunicazione a causa della saturazione della banda, così da mettere in serio rischio internet.

Da non sottovalutare anche il fattore della privacy, in quanto molti dispositivi IoT hanno lo specifico compito di spiare, o per meglio dire di catturare tutti i dati relativi all’utente, così da scoprirne gli spostamenti e le abitudini, come: conoscere quando un utente è in casa oppure quando va a dorimire, e ancora quando utilizza lo smart frigo e quali alimenti acquista solitamente. Tra i dispositivi in questione anche gli activity tracker, che registrano tutti i movimenti e le abitudini di chi li utilizza.

Annesso al problema della privacy c’è anche quello della sicurezza informatica, poichè i dispositivi risultano più vulnerabili per l’attacco degli hacker, che riescono ad abbattere le barriere di firewall, password e blocchi di qualsiasi genere, anche scoprendo l’indirizzo IP dei dispositivi connessi.

Anche la manutenzione dei dispositivi è a grosso rischio, a causa della scomparsa di Start Up del settore che lasciano orfani i device senza più garantire assistenza e aggiornamenti. Dispositivi che saranno sempre più in pericolo sottoposti ad un eccessivo affaticamento digitale.

Leave a Reply