Genova entra a far parte del nuovo piano nazionale di cablaggio in tecnologia Ftth (sigla che sta per Fiber To The Home) che, come divulgato dal Ministero dello Sviluppo Economico,…

Genova cablata grazie a Telecom

Genova cablata grazie a Telecom

Genova entra a far parte del nuovo piano nazionale di cablaggio in tecnologia Ftth (sigla che sta per Fiber To The Home) che, come divulgato dal Ministero dello Sviluppo Economico, intende coprire 100 tra le principali città italiane entro marzo del 2018.
Nel capoluogo ligure, dunque, arriverà la fibra ottica in casa di tutti e questo sarà possibile grazie a Telecom Italia.
L’iniziativa rappresenterà per i genovesi una vera e propria rivoluzione, perché saranno possibili connessioni super-veloci a partire da 100 Megabit al secondo fino ad arrivare a 1 Giga. Connessioni che permetteranno alta qualità soprattutto per la fruizione di contenuti – soprattutto video – migliore qualità in genere del collegamento, ma soprattutto navigazione ultraveloce.
Con l’ashtag #kmdifuturo, è partita la campagna “connettiamo l’Italia all’Italia di domani”, che sta pubblicizzando il progetto che ha come obiettivo quello di posare oltre 16 milioni di km di fibra entro il 2017.
Telecom è inoltre impegnata nella realizzazione della rete Ngan (Next Generation Access Network) in tecnologia FttCab (Fiber to the Cabinet) che ha come scopo quello di raggiungere il 75% della popolazione.
Al momento, ad essere stato raggiunto, è il 37 % delle abitazioni e sono stati posati 130.000 km di cavi in modo da portare la fibra direttamente nelle case anziché fermarsi alla centralina più vicina.
L’iniziativa, del resto, rientra tra gli impegni comunitari dell’Agenta Digitale Europea di cui l’Italia si è impegnata a raggiungere gli obiettivi per favorire la crescita economica e la qualità di vita dei suoi cittadini.
A Genova per la posa dei cavi in fibra ottica, verranno sfruttate le infrastrutture esistenti, mentre nel caso in cui dovessero essere necessari scavi, saranno utilizzate tecniche innovative a basso impatto ambientale che limiteranno sia i tempi di intervento che l’area occupata dal cantiere e di conseguenza saranno limitati anche gli interventi di ripristino del manto stradale.
Tra le città già raggiunte dalla fibra ci sono Torino, Alessandria, Asti, Cuneo, Milano, Bergamo, Brescia, Como, Monza, Pavia, Varese, Cagliari e Quartu Sant’Elena.
Anche a Genova, quindi, a lavori fatti, sarà possibile fare velocemente il download di contenuti “pesanti” come film o serie tv, o quantomeno non si dovrà attendere per vedere qualcosa su Youtube.

Leave a Reply