Francesco Starace, dirigente generale dell’Enel, ha di recente dichiarato che la Enel Open Fiber (Società della fibra ottica dell’Enel), metterà a disposizione la rete di fibra ottica per tutti i…

Fibra ottica: Enel disponibile per tutti gli operatori in 250 città

Fibra ottica: Enel disponibile per tutti gli operatori in 250 città

Francesco Starace, dirigente generale dell’Enel, ha di recente dichiarato che la Enel Open Fiber (Società della fibra ottica dell’Enel), metterà a disposizione la rete di fibra ottica per tutti i gestori telefonici che decideranno prendere parte a questo progetto.
L’Enel non ha come scopo quello di diventare operatore telefonico, né di gestire contenuti multimediali e tv, ma ha come obiettivo quello di costruire, gestire e mantenere l’infrastruttura in fibra.
E nasce anche con lo scopo di offrire servizi di vendita all’ingrosso sia passivi che attivi, non solo in zone caratterizzate dal successo di mercato, ma anche in quelle considerate fallimentari.

L’Enel Open Fiber allargherà la sua rete di espansione non solo sul territorio nazionale ma anche all’estero. Più precisamente in tutti quei paesi dove Enel fa da distributore, come in Spagna e anche in Romania, per un totale di circa 30 milioni di ulteriori cablaggi in tutto il mondo.
Enel Open Fiber avrà dalla sua, secondo quanto ha dichiarato Starace, anche i costi di realizzazione, che saranno sostanzialmente inferiori del 30%/40%, perché sarà sfruttata l’infrastruttura elettrica esistente.

Già due operatori telefonici si sono fatti avanti e si tratta di Wind e Vodafone, l’accordo, che si discuterà il 22 marzo, prevede anche il coinvolgimento di 250 città in zona A e B, cioè dove c’è maggiore richiesta e non sono presenti sovvenzioni pubbliche. Wind e Vodafone, come gli altri operatori TLC che intenderanno partecipare al progetto, non avranno il ruolo di azionisti nella società, ma intraprenderanno con l’Enel solamente accordi a livello commerciale.

La Fibra ottica, rappresenta una priorità del Governo, che ha fortemente voluto la stesura dei cavi e una copertura maggiore, in un numero sempre più elevato di città italiane.

Starace ha dichiarato, inoltre, che ci sono trattative aperte anche con altri colossi della telefonia nazionale, quali: Telecom, che entro marzo raggiungerà 1000 comuni coperti con la rete in fibra ottica; Fastweb; e non si escludono anche accordi con Metroweb, proprietaria della più grande rete di fibre ottiche di Milano e della Lombardia, la più estesa rete metropolitana in fibra ottica in Europa con circa 375.000 km di fibra installati.

Leave a Reply