Da oggi è possibile portare a casa la connessione in fibra ottica grazie ai contatori elettrici, questo è quanto siglato dall’accordo tra Telecom Italia e A2a. Un accordo che riprende…

Fibra fino a casa grazie ai contatori elettrici

Fibra fino a casa grazie ai contatori elettrici

Da oggi è possibile portare a casa la connessione in fibra ottica grazie ai contatori elettrici, questo è quanto siglato dall’accordo tra Telecom Italia e A2a. Un accordo che riprende in parte la strategia attuata da Enel Open Fiber, così da riuscire a portare la fibra ottica direttamente nelle abitazione, attraverso i contatori e i cavi destinati alla passaggio della corrente elettrica.

A2a rappresenta uno dei maggiori concorrenti di Enel, che come questo ultimo sta progettando una strategia in grado di portare la rete superfibra ottica direttamente nelle case degli italiani, sfruttando le infrastrutture dedicate all’energia elettrica.

A2a insieme a Telecom Italia vuole sfidare il progetto Enel Open Fiber e cablare in fibra ottica i cavidotti elettrici e arrivare direttamente negli appartamenti grazie ai contatori di elettricità.

L’accordo tra Telecom Itali e A2a è da considerarsi un memorandum of understanding non esclusivo, ciò consente la stessa Telecom Italia  di poter siglare anche altri accordi con gli enti di distribuzione elettrica locali come ad esempio l’ACEA di Roma.

Attualmente A2a possiede reti elettriche sia a Milano, Brescia e Bergamo, la condivisione di cavidotti con Telecom Italia prevede l’ istallazione di antenne mobili di proprietà TIM sulle infrastrutture (come tralicci e lampioni) che servono a potenziare non solo la copertura ma anche l’efficienza del segnale fibra fino a casa.

Tale accordo sarebbe visto come un lasciapassare per Telecom Italia, che sarà in grado di fornire una rete fiber to the builging o fiber to the home, sfruttando la stessa tecnologia di Enel Open Fiber, attraverso i contatori di proprietà A2a.

Milano potrebbe essere la prima città nella quale si potrebbe attuare tale progetto, essendo anche la città dove opera A2a Smart City, con l’occasione di riuscire a fornire agli utenti nuovi servizi anche in zone dove non arriva Metroweb. Una porzione di territorio abbastanza competitiva dal momento che Metroweb e Enel Open Fiber stanno cercando di attuare nella zona lo stesso progetto.

Telecom Italia comandata dal nuovo AD Cattaneo, sta proprio cambiando rotta e vuole imporsi con tutte le sue forze nel settore della telecomunicazione, dove un tempo era il leader indiscusso.

Leave a Reply