Chiedendosi riuscire ad ottenere una più veloce connessione a banda larga? Ecco alcuni consigli e suggerimenti che vi aiuteranno ad ottenere delle velocità più alte. Aumentando il numero di connessioni….

Consigli per andare in rete più velocemente

Consigli per andare in rete più velocemente

Chiedendosi riuscire ad ottenere una più veloce connessione a banda larga? Ecco alcuni consigli e suggerimenti che vi aiuteranno ad ottenere delle velocità più alte.

Aumentando il numero di connessioni. Quando il browser carica una pagina web apre più connessioni al server che ospita il sito. Il numero predefinito di connessioni in alcuni browser è piuttosto basso, dunque aumentare questa cifra dovrebbe ridurre i tempi di caricamento. Per modificare il numero di connessioni in Internet Explorer bisogna fare clic su Start, digitare gpedit.msc e premere Invio. Aprire la configurazione utente, le componenti di Windows, Internet Explorer, le caratteristiche di sicurezza e selezionare AJAX. Fare doppio clic sul “”numero massimo di connessioni per server””, selezionare “”attivato”” e inserire il numero desiderato, compreso tra 2 e 128.
In Firefox è necessario andare in about:config e cambiare il valore di ‘network.http.max – connections-per – server’. In Chrome, invece, non è possibile modificare l’impostazione.

Funziona? Sì , ma la maggior parte dei browser hanno già aumentato il numero massimo di connessioni. In Internet Explorer è stato aumentato da 2 a 6, lo stesso di Chrome, mentre Firefox di default ha 15 connessioni per server. Molti server limitano il numero di connessioni che si possono fare, quindi è meglio restare con l’impostazione predefinita del browser.

Ottimizzare le impostazioni di connessione. Lo strumento gratuito TCP Optimizer consente di ottimizzare le impostazioni di sistema per ottenere la migliore velocità possibile per la connessione a Internet. Una volta eseguito il programma, bisogna fare clic sulla scheda “”Impostazioni generali”” e trascinare la barra di scorrimento alla velocità massima di connessione. Selezionare l’opzione ottimale e fare clic su ‘Applica modifiche’ . Nella schermata successiva, bisogna assicurarsi che si sia selezionato il backup, fare clic su OK e riavviare il PC.

Funziona? Sì, se si utilizza Windows XP o precedenti. Windows 7 e Vista ottimizzano automaticamente la connessione per essere sicuri di ottenere la banda larga più veloce possibile, duqnue TCP Optimizer non è necessario.

Cambiare il server DNS. Anche se il provider di banda larga ha i propri DNS ( Domain Name System ) del server, che si occupano di tradurre i nomi dei siti web in indirizzi IP, operando per OpenDNS o per Google Public DNS accelererà l’accesso al web. Per modificare il server DNS in Windows bisogna fare clic su Start, selezionare Pannello di controllo, Rete e Internet, Rete e centro condivisione. Fare clic su Modifica impostazioni scheda, quindi fare clic con la connessione di rete e selezionare Proprietà.

Bisogna dunque fare clic su Protocollo Internet ( TCP / IP ), fare clic su Proprietà e selezionare ‘Utilizza i seguenti indirizzi server DNS’. Ora bisogna inserire i dettagli del server preferiti e alternativi di OpenDNS ( 208.67.222.222 e 208.67.220.220 ) o Google Public DNS ( 8.8.8.8 e 8.8.4.4 ).

Funziona? A volte. Anche se la commutazione del server DNS produce un aumento di velocità, di solito è una questione di millisecondi. Tuttavia, può risultare utile nelle ore di punta, quando l’ISP

è rallentato dal traffico pesante.

Evitare le prolunghe. Un altro problema di eventuali rallentamenti di banda larga è legato all’utilizzazione di una prolunga, che potrebbe rallentere la connessione. La teoria è che più è lunga la linea tra la presa telefonica e il PC, maggiore è il rischio che la velocità cali. Funziona? Sì. Se è necessario utilizzare un cavo di prolunga meglio sceglierne uno che sia il più corto possibile. Per avere dei migliori risultati si può collegare un router nella presa master e collegarlo al computer utilizzando un cavo Ethernet. Quello del cavo è un problema spesso sottovalutato, dato che non tutti pensano che un cavo pensato apposta per andare in rete possa, alla fine, creare dei problemi. In realtà è così, dunque attenzione.

Esecuzione di un test di velocità. È possibile confrontare la velocità della banda larga con la velocità promessa dal provider di servizi Internet tramite l’esecuzione di un test di velocità online. Degli strumenti gratuiti come quelli di Speedtest.net e di uSwitch Broadband Speed Test rileveranno la velocità di download e di upload, oltre che il ping e il livello di latenza, che misura quanto velocemente il PC comunica con un server. Alcuni servizi mostrano la velocità paragonata ad altri utenti della zona.

Funziona? Sì, ma i risultati possono variare a seconda del momento della giornata. Per avere una migliore idea della velocità di connessione vera bisogna eseguire la prova sia nelle ore di punta che in quelle non di punta.

Spostare il router wireless. Posizionare il router in una zona centrale della casa, preferibilmente su una scrivania o un tavolo, piuttosto che sotto di essi, permetterà di avere una più rapida connessione Wi-Fi in tutta la casa.

Funziona? Sì . La forza di un segnale wireless può essere degradata dal legno e dal metallo, così le pareti e un minor numero di elementi di arredo che devono passare permettono di avere una più veloce velocità della banda larga. Si dovrebbe anche

cercare di mantenere il router lontano da cavi elettrici e da altri dispositivi wireless, come i baby monitor.

Il passaggio a un altro canale. Se la connessione wireless viene indebolita da interferenze da dispositivi elettrici oppure da

altre connessioni Wi – Fi vicine, si può impostare il router su un altro canale per risolvere il problema. La maggior parte dei router consentono di scegliere un altro canale, da 1 a 13, attraverso la pagina di configurazione principale.

Funziona? Sì, se la congestione del canale è la causa dei problemi di velocità.

Leave a Reply