Con il referendum Brexit, avvenuto lo scorso giugno 23 giugno, che ha deciso l’ uscita definitiva di Londra dall’Unione Europea, si stanno verificando ripercussioni importanti, soprattutto nel settore della telefonia…

Brexit: anche Vodafone lascia Londra

Brexit: anche Vodafone lascia Londra

Con il referendum Brexit, avvenuto lo scorso giugno 23 giugno, che ha deciso l’ uscita definitiva di Londra dall’Unione Europea, si stanno verificando ripercussioni importanti, soprattutto nel settore della telefonia mobile. Molte importanti aziende stanno decidendo di lasciare Londra, tra cui anche Vodafone (secondo quanto diffuso da un comunicato ufficiale rilasciato dalla stessa azienda).

La scelta di Vodafone dipende soprattutto per un fattore legato al target dei clienti abbonati: anche se la Gran Bretagna ha avuto un ruolo fondamentale sullo sviluppo del brand, la maggior parte dei clienti, però, si trova fuori dal Regno Unito.

Vodafone, inoltre, non ha mai nascosto il suo rifiuto nei confronti della decisione di far uscire il Regno Unito dall’Unione Europea. Nonostante Vodafone sia stata fondata in Gran Bretagna, e a sua volta sia considerata Britannica, genera il 90% dei ricavi fuori dal suo paese d’origine.

Inoltre il gruppo Vodafone presenta società operative collocate in 12 stati membri e dipendenti di sesso femminile e maschile appartenenti a 120 nazionalità differenti. Questo fa di Vodafone, una multinazionale per la quale il Regno Unito è importante ma non da considerarsi una società anglo-centrica.

Con Brexit, il conseguente crollo della sterlina potrebbe rappresentare un vantaggio economico per le multinazionali, soprattutto nel campo delle valute estere. Questo potrebbe rappresentare un vantaggio, secondo gli azionisti, che invitano ad investire su Vodafone a breve termine.

Il crollo della sterlina rispetto alle altre valute estere, può rappresentare un vero e proprio vantaggio valutario. Tra gli svantaggi potrebbero esserci quelli relativi alla valutazione sul mercato inglese in pound, senza contare tutte le altre conseguenze che arriveranno con Brexit e l’uscita definitiva del Regno Unito dall’Unione Europea. In questo contesto è ancora presto tirare le somme e nemmeno banche d’affari e broker sono attualmente in gradi di qualificare e quantificare le conseguenze del referendum sul piano finanziario e commerciale.

Lasciare Londra per Vodafone è una decisione importante, un cambiamento storico per l’azienda. Attualmente sono delle previsioni ma l’ abbandono definitivo di Londra da parte di Vodafone non è da escludere. Prima di ciò dovremmo aspettare le ripercussioni e le conseguenze che avrà l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

 

Leave a Reply