In seguito alla miriade di segnalazioni da parte dei clienti ripetutamente importunati da telefonate a scopo commerciale, arriverà presto il blocco delle chiamate da parte dei call center che esercitano…

Blocco delle chiamate in arrivo dai call center illegali

Blocco delle chiamate in arrivo dai call center illegali

In seguito alla miriade di segnalazioni da parte dei clienti ripetutamente importunati da telefonate a scopo commerciale, arriverà presto il blocco delle chiamate da parte dei call center che esercitano la promozione dei piani commerciali in maniera illegale. Questo sarà possibile grazie all’operazione da parte degli operatori telefonici volta a identificare i call center che quotidianamente martellano gli utenti per offrire offerte commerciali a nome del gestore telefonico. Grazie a questa operazione sarà possibile bloccare le chiamate indesiderate si su reti fisse che su quelle mobili, filtrando le chiamate.

Un problema affrontato già lo scorso autunno in vista della tavola rotonda organizzata per questo scopo, a cui hanno preso parte i rappresentanti delle autorità federali (UFCOM, SECO), ma anche le compagnie Netplus, Salt, Sunrise, Swisscom, upc cablecom, VTX, oltre all’associazione mantello svizzera dei call-center Callnet.ch.

Le maggiori organizzazioni dei consumatori (Acsi, FRC, SKS) si sono unite in un’Alleanza al fine di combattere quest’illegalità, creando gruppi di lavoro in grado di trovare presto delle soluzioni pratiche per  affrontare questa problematica. Alla base di questa alleanza è l’idea di garantire all’utente la possibilità di bloccare (attraverso delle azioni semplici e veloci, su rete fissa e mobile) l’arrivo delle suddette chiamate indesiderate. Con questa azione sarà possibile evitare chiamate provenienti da tutti i call center che operano in modo illegale.

Ricordiamo che dal 2012 è stata varata la legge che prevedeva il divieto di ricevere chiamate a scopo commerciale, apportando nell’elenco telefonico un asterisco accanto al proprio nome. Questo però non è servito a nulla e non è bastato a bloccare la ricezione di chiamate indesiderate da parte dei call center e le imprese di telemarketing.

Secondo diverse analisi del caso da parte della SECO si è riscontrato che le chiamate arrivano dall’estero e in special modo dalla Svizzera, per questo chi chiama spesso non viene identificato. Motivo per cui bisogna far fronte a una soluzione, prevedendo l’aiuto di un’autorità internazionale per risolvere una volta per tutte il problema delle chiamate moleste che affliggono quotidianamente milioni di italiani. Per questo una serie di gestori telefonici si stanno attivando per fare maggiore chiarezze e poter agire in modo legale per affrontare il problema e risolverlo al più presto.

Leave a Reply