Con la nascita del portale governativo sulla banda ultra larga è possibile essere sempre aggiornati sulle notizie relative la fibra ottica in Italia, inoltre è possibile anche verificare la copertura…

Banda ultralarga, dove è presente in Italia

Banda ultralarga, dove è presente in Italia

Con la nascita del portale governativo sulla banda ultra larga è possibile essere sempre aggiornati sulle notizie relative la fibra ottica in Italia, inoltre è possibile anche verificare la copertura presente nei diversi comuni.

Grazie al supporto governativo continua la campagna per lo sviluppo e la diffusione della banda larga con l’obiettivo principale di raggiungere sempre più comuni sul territorio nazionale. La deadline stabilità dal Governo è entro e non oltre il 2020. Periodo durante il quale si potrà dare a tutti i cittadini italiani la possibilità di poter avere accesso alla tecnologia di banda ultra larga presso la propria residenza, ufficio e azienda. In un primo momento la velocità garantita fornita ai cittadini sarà di circa 30 mbps, con la speranza che tale velocità possa raggiungere anche i 100 mbps per l’80% della popolazione nazionale.

Il progetto governativo è da considerarsi molto ambizioso, vista la situazione attuale della nazione e l’arretratezza dell’Italia rispetto anche gli altri stati d’Europa. L’Italia, per quanto riguarda la situazione fibra ottica, si trova tra gli ultimi Stati con copertura minore.

Lo sviluppo e la diffusione della fibra ottica, sta comunque, procedendo in linea con il progetto ufficiale e con i tempi stabiliti. Il piano strategico Banda Ultra larga si propone di portare l’Italia allo stesso livello degli altri Paesi dell’Unione Europea, entro il 2020. Il progetto è consultabile sul sito ufficiale del Governo, dove i cittadini possono essere sempre aggiornati sulle evoluzioni, sulle news e sull’avanzamento del progetto per la banda ultra larga in Italia.

Sul sito è possibile trovare informazioni sul piano banda ultra larga ma anche verificare le zone bianche presenti in Italia. Ovvero le zone conosciute come a fallimento di mercato, dove la costruzione delle infrastrutture necessarie sarà a carico dello Stato, che a sua volta le metterà a disposizione degli operatori telefonici, per offrire il servizio ai cittadini. Nelle sezioni del sito sono presenti anche tutte le informazioni relative l’estensione della rete in fibra, le strategie e gli obiettivi prefissati e monitorare il processo di avanzamento dei lavori. Uno strumento importate per gli utenti che desiderano sapere se la propria regione, comune, o città sarà raggiunto dalla fibra.

Leave a Reply