Secondo una ricerca svolta da iDate, l’istituto audiovisivo e delle telecomunicazioni europeo, è prevista nei prossimi cinque anni una crescita degli abbonamenti a Internet a livello mondiale fino al 2019….

Banda larga: raddoppio dei ricavi nei prossimi 5 anni

Banda larga: raddoppio dei ricavi nei prossimi 5 anni

Secondo una ricerca svolta da iDate, l’istituto audiovisivo e delle telecomunicazioni europeo, è prevista nei prossimi cinque anni una crescita degli abbonamenti a Internet a livello mondiale fino al 2019. Incremento che porterà ad un raddoppio dei ricavi.

I dati sono stati rilasciati recentemente e presentano una panoramica geografica delle soluzioni di accesso alla banda larga in Europa, Asia, America del Nord, America Latina, Medio Oriente e Africa. Con una panoramica dei principali leader mondiali, dei mercati con servizi e tariffe offerte.

Secondo Valérie Chaillou, capo analista FTTx di IDATE, sono ancora alte le prospettive di crescita per gli abbonamenti della banda larga. Ha detto “a fine 2014 hanno rappresentato il 37% degli abbonamenti” in aumento dell’8% rispetto al 2013, “e ci aspettiamo” ha continuato “una crescita dei ricavi che passerà da 91 miliardi di euro del 2014 a 175 miliardi nel 2019

L’analisi ha riguardato oltre 150 palyer e tutte le tecnologie a banda ultralarga in 70 Paesi nel mondo. L’analisi di IDATE ha preso in considerazione tre standard di connessione ultraveloce: l’FTTH/B, l’FTTN e l’FTTx/D3.0.

Nello specifico la connessione FTTH/B ha rappresentato il 62% degli abbonamenti FTTx a fine 2014 ed è prevista una crescita degli abbonamenti fino al 2019, ma ad un ritmo inferiore rispetto a quello del 2014, anno di vero successo in Cina.

La connessione FTTx/D3.0 ha rappresentato, a dicembre 2014, il 27% degli abbonamenti FTTx e, dopo due anni di crescita, la percentuale di abbonamenti sulla banda larga sta diminuendo leggermente (a fine 2013 era il 29%). Invece la connessione VDSL è rimasta indietro e rappresenta solo l’11% degli abbonamentima ha mantenuto la stessa proporzione di mercato del 2013.

La ripartizione regionale è molto eterogenea e c’è ancora una predominanza geografica dell’APAC (Asia Pacifico) sul mercato FTTH/B utilizzata anche Medio Oriente, Africa ed America Latina, in quest’ultimo però sta incontrando una maggiore concorrenza dalle tecnologie basate sul cavo. La tecnologia FTTx/D3.0 domina nell’America del Nord dove sta crescendo rapidamente. Invece in Europa trova un notevole spazio la VDSL perché gli operatori storici vogliono ancora per ottimizzare le loro reti in rame rispetto alle altre tecnologie.

Leave a Reply