Come fare la disdetta Vodafone

Il colosso delle telecomunicazioni è uno dei principali competitor del mercato italiano e fornisce servizi di telefonia fissa, mobile, internet e M2M. Le tecnologie offerte sono tra le più all’avanguardia e anche le promozioni sono competitive. Tuttavia, a seguito del decreto Bersani (decreto n. 7 del 31 gennaio 2007, convertito nella legge n. 40/2007) i consumatori possono liberamente cambiare il proprio operatore telefonico. Ciò ha ampliato la concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni ed ha abolito le penali in caso di recesso anticipato del contratto sottoscritto.

Vodafone e disdetta

La prima cosa da fare, prima di cambiare gestore o cessare l’abbonamento, è scaricare il modulo disdetta Vodafone dal sito dell’operatore. A quel punto bisognerà stamparlo e compilarlo nei vari campi. In base alla tipologia di contratto sottoscritto, bisognerà prestare attenzione ad una serie di particolari.
In questo, la pagina del sito relativa alla disdetta Vodafone consente all’utente di orientarsi e selezionare la tipologia di contratto ricercata. In particolare, sono disponibili le seguenti voci: Numeri ricaricabili per annullare una linea mobile ricaricabile, Numeri abbonamenti per disattivare un contratto mobile in abbonamento o Numero fisso e ADSL per chiedere la disdetta dell’abbonamento per la linea di casa.
Nella scheda relativa ai numeri ricaricabili sono disponibili i moduli relativi al recesso. Essi servono per la procedura di disattivazione dei servizi e delle promozioni con recesso anticipato (es. l’acquisto di telefoni a rate) e per la disattivazione del numero ricaricabile con restituzione del credito residuo al fine di trasferire il credito residuo da una SIM ricaricabile all’altra.
All’interno della scheda dedicata agli abbonamenti mobili si trovano i moduli per la disattivazione dei servizi e delle promozioni con recesso anticipato e recesso dal contratto per numero in abbonamento. Infine, all’interno della sezione dedicata alla linea ADSL sono disponibili i i moduli per richiedere il recesso dal contratto di solo numero fisso e il recesso dal contratto ADSL.

Disdetta del contratto Vodafone in 4 step

L’utente, per disdire il proprio abbonamento con la compagnia, deve eseguire 4  semplici passaggi:

  • Selezionare la propria tipologia di abbonamento telefonico sul sito internet
  • Registrarsi al sito del gestore (se non l’ha fatto in precedenza) cliccando sull’apposito pulsante Registrati.
  • Compilare il modulo disdetta Vodafone indicando nei rispettivi campi il proprio numero di telefono
  • Cliccar sul pulsante Invia.

A quel punto la richiesta del cliente verrà presa in carico dal servizio clienti Vodafone che provvederà a contattarlo.

Se la richiesta riguarda la linea domestica, il cliente deve versare 40 euro come costi di disattivazione standard.
Nel caso in cui l’abbonamento fosse attivo da meno di 24 mesi, egli è tenuto a restituire la Vodafone Station e la Internet key entro 30 giorni dall’invio della richiesta di annullamento del contratto. In caso contrario gli sarà addebitata una penale di 129 euro.
Per restituire le apparecchiature a Vodafone è necessario racchiuderle in carta da pacco e sigillarle con del nastro adesivo prima di spedirle tramite corriere. Inoltre, a confezione deve essere possibilmente quella originale e deve allegare anche un documento di trasporto.
Quest’ultimo deve essere compilato secondo le indicazioni riportate sul sito internet della compagnia telefonica.  
Nel caso della cessazione di un abbonamento con telefono incluso, il cliente devi pagare l’ammontare relativo al resto delle rate per il dispositivo e la penale prevista dalla propria tipologia di promozione.

Disdetta Vodafone Station

Nel caso specifico di questo piano, il primo passo da compiere consiste nel collegarsi al sito di Vodafone, selezionare la scheda Numero fisso e linea ADSL e cliccare sul link Recesso dal contratto ADSL.
A quel punto sarà necessario effettuare l’accesso inserendo le proprie credenziali (username e password).
Qualora il cliente non fosse registrato deve effettuare la registrazione, come detto sopra. A quel punto, egli dovrà compilare il modulo che gli verrà proposto digitando il proprio numero di telefono ed infine dovrà cliccare sul pulsante Invia.
Anche in questo caso la pratica sarà presa in gestione dal servizio clienti che ricontatterà l’utente con la differenza che la restituzione della Vodafone Station secondo precise modalità.
E’ necessario avvolgere il dispositivo in carta da pacco e sigillarlo con nastro adesivo.
La confezione dovrebbe essere, possibilmente, quella originale e non devono mancare tutti gli accessori abbinati (incluso il CD d’installazione ed il manuale d’istruzioni). Infine, alla Vodafone Station va allegato un documento di trasporto correttamente compilato, che si può trovare al sito di assistenza della compagnia, insieme ad una mappa con tutti i centri TNT presso cui puoi spedire il modem.
Nel caso in cui il cliente sia abbonato da più di 24 mesi, non è tenuto a restituire le apparecchiature. Se invece sono passati meno di 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto, egli può annullare il contratto gratuitamente seguendo la procedura per la disdetta Vodafone Station appena vista oppure compilando il modulo disdetta Vodafone e inviandolo, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo: Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 109 14100 Asti.