Tiscali, disdetta e costi

La procedura da seguire per cessare il rapporto con la compagnia telefonica è piuttosto semplice. L’unica cosa di cui tener conto è che essa varia a seconda se si desidera passare a un altro operatore o se si vuole cessare completamente la linea. Stesso discorso vale anche per i costi di disattivazione, che in entrambi i casi sono accettabili. Per conoscere quali sono i passaggi da eseguire ed i tempi necessari per la chiusura della pratica, è possibile seguire le indicazioni che riportiamo di seguito.

Disdetta Tiscali in caso di migrazione

Se il cliente desidera effettuare la migrazione ad un altro operatore, deve contattare l’azienda con cui desidera sottoscrivere il nuovo contratto telefonico e comunicarle il proprio codice di migrazione. Esso serve al nuovo operatore per consentirgli di contattare il vecchio al fine di procedere alla disattivazione della linea e portare a termine la pratica per conto del cliente. Per individuare il codice di migrazione Tiscali, è necessario consultare l’ultima pagina della bolletta, precisamente nella sezione Codici di migrazione. In alternativa, è sufficiente collegarsi al sito Internet dell’operatore e richiederlo online.

Una volta avviata la pratica per il passaggio ad un altro operatore, il cliente deve attendere circa 30 giorni affinché la procedura venga portata a termine. Nel frattempo, egli è tenuto a continuare a pagare regolarmente il servizio fornito da Tiscali e dovrà versare i costi di disattivazione previsti dal contratto precedente. Essi ammontano a 43,36 euro se il cliente ha attiva una linea ADSL o a 33,27 euro se usufruisce soltanto di una linea voce Tiscali.

In caso di recesso, il cliente deve corrispondere il ristoro dei costi sostenuti, che varia dai 26,20 € ai 43,36 € nel caso di migrazione verso altri operatori e dai 40,33 € agli 84,69 € nei casi di cessazione secondo la tabella sottostante.

Per individuare i costi applicabili è sufficiente consultare l’ultima pagina della bolletta Tiscali, alla voce Codici di migrazione. In questa sezioni si trovano diverse informazioni tra cui quella Codice. Le ultime tre cifre del codice (es. 005) corrispondono al Codice Tecnologia. Nel caso in cui la fattura riportasse un codice distinto per ADSL e voce, il cliente paga soltanto il costo relativo al servizio internet. Se invece la fattura presenta il campo codice vuoto, la disdetta è a costo zero.

In caso di recesso del contratto, qualora il cliente volesse trasferire il servizio presso un altro operatore, Tiscali rende disponibile il codice di migrazione, consultabile nell’Area MyTiscali.

Tale numero serve agli operatori di ADSL e telefonia fissa per identificare la linea ed agevolare la gestione del processo di migrazione e lo richiedono al momento dell’attivazione di una nuova tariffa ADSL.

Tiscali, disdetta con modem

Se accanto al contratto di abbonamento, il cliente ha noleggiato anche un modem ADSL, un telefono cordless o altre apparecchiature, nel momento in cui effettua la disdetta è tenuto a restituire tutti i dispositivi all’operatore. Questa operazione deve avvenire attraverso una spedizione con corriere espresso (di cui il cliente si accolla le spese). In caso di mancata restituzione, è previsto il pagamento di una penale che ammonta a 20 euro. Questa cifra sale a 40 euro se i dispositivi sono stati dati in comodato da meno di due anni, e a 60 euro, se essi sono stati noleggiati da meno di un anno. Quindi, per inviare il modulo disdetta Tiscali, con i dispositivi in comodato d’uso, è necessario effettuare la spedizione al seguente indirizzo:

Tiscali Italia S.p.A

C/O filiale magazzino SDA-Cagliari

Via Betti S.n.C

Zona Industriale CASIC Est

09030 Elmas Cagliari

Disdetta Tiscali

Disdetta Tiscali e cessazione linea

In caso di cessazione della linea telefonica o ADSL, è necessario scaricare il modulo di recesso dal sito Internet del gestore, dopodiché bisogna stampare il documento e compilarlo in ogni sua parte. A quel punto, bisogna inviare il modulo disdetta Tiscali, accompagnato da una copia di un documento d’identità in corso di validità e spedire il tutto tramite raccomandata A/R al seguente indirizzo:

Tiscali Italia S.p.A., Sa Illetta, 09123 Cagliari.

La pratica viene poi presa in gestione entro 30 giorni. In questo caso, i costi di disattivazione ammontano a 84,69 euro ed è richiesta la restituzione di tutti gli apparecchi in comodato d’uso.

Un caso particolare, che è importante conoscere, è quello relativo alla disdetta Tiscali entro 14 giorni dalla data in cui è stato sottoscritto l’abbonamento. A tale proposito, gli articoli 64 e ss. del D.Lgs. 6 settembre 2005, n. 206, conosciuti anche come Codice di Consumo, stabiliscono che, nel caso di contratti conclusi tramite telefono, internet ed altri sistemi di vendita a distanza, è possibile effettuare il recesso entro quattordici giorni dalla sottoscrizione. In questo caso non sono previsti né l’obbligo di pagare una penale né quello di specificare il motivo della revoca. Inoltre, anche in questa situazione il cliente deve inviare il modulo disdetta Tiscali tramite lettera raccomandata al seguente indirizzo:
Tiscali Italia S.p.A.
Servizio Clienti
Località Sa Illetta S.S. 195 km 2,300
09123 – Cagliari.

Insomma, i clienti Tiscali hanno due settimane per ripensarci. Un arco di tempo probabilmente troppo ridotto, che non consente di dare un giudizio completo sui servizi ricevuti.