Anche in Italia sono in arrivo i codici alfanumerici unici, che permettono l’accesso istantaneo a tutti i servizi telefonici. Per usufruire del codice unico è necessario digitare 4 cifre precedute…

In arrivo codice unico per i servizi telefonici

In arrivo codice unico per i servizi telefonici

Anche in Italia sono in arrivo i codici alfanumerici unici, che permettono l’accesso istantaneo a tutti i servizi telefonici.

Per usufruire del codice unico è necessario digitare 4 cifre precedute dal simbolo asterisco (*). Questo consentirà di accedere a servizi telefonici di qualsiasi tipologia. Il codice alfanumerico  unico è una formula vincente per semplificare la vita agli utenti e per le società.

Tra i numeri alfanumerici unici è già in vigore il *123# di Wind, tale numero consente ai clienti del gestore di poter visualizzare il credito telefonico direttamente sul proprio display, senza ascoltare la voce guida del numero clienti.

I numeri alfanumerici unici che si stanno sviluppando per il futuro riguardano diversi servizi, come il trasporto taxi, consegne a domicilio e altri servizi speciali. I servizi saranno regolamentati dall’AgCom, in modo tale da avere la sicurezza che il servizio rispetti tutti i parametri internazionali imposti dall’istituto europeo degli standard per a telecomunicazione (ETSI).

In seguito all’incontro con gli enti interessati saranno decise le regole per la tutela della concorrenza. Per quanto riguarda la decisione del canone mensile e l’assegnazione dei numeri unici alfanumerici bisogna discutere con le aziende direttamente. Alcuni codici speciali avranno un costo più alto soprattutto per quelli più facili da ricordare come ad esempio *1111.

Tra le opzioni è possibile anche effettuare la portabilità, che permette alle aziende di cambiare il proprio intermediario mantenendo il numero scelto. Ma esistono anche delle limitazioni, come ad esempio quella che non tutti i gestori telefonici riescano a supportare le chiamate in uscita di determinati codici unici alfanumerici. Inoltre non è da escludere l’eventualità che gli intermediari debbano versare anche loro una quota allo stato per tutti i numeri che saranno venduti. In quanto i numeri unici rappresentano uno strumento comodo e redditizio per le aziende che ne faranno uso. Un modo pratico e veloce per l’utente che ha bisogno di contattare i servizi speciali in caso di emergenza.

Attualmente tra i simboli disponibili per il codice unico vi è solamente l’* seguito da altri 4 numeri. Non  si esclude l’eventualità che si possa introdurre tra gli altri simboli anche il cancelletto (#), in questo caso ci sarebbe altri 10 mila codici disponibili.

Leave a Reply