In questi giorni avere un accesso alla banda larga senza fili è una necessità assoluta per gli uffici domestici e per le piccole imprese Dopo più di un decennio di…

6 fastidiosi problemi di connessione WiFi con relative soluzioni

6 fastidiosi problemi di connessione WiFi con relative soluzioni

In questi giorni avere un accesso alla banda larga senza fili è una necessità assoluta per gli uffici domestici e per le piccole imprese

Dopo più di un decennio di innovazioni si potrebbe pensare che lo standard wireless è un prodotto perfetto

Ebbene no, dato che mentre molti router sono dotati di ottime caratteristiche, la maggior parte degli stessi ha ancora dei difetti che possono rendere la vita molto difficile, come ad esempio difficoltà di configurazione o sicurezza limitata

Vediamo in questo e nei successivi articoli alcuni dei problemi più “noiosi” legati ai router e le soluzioni possibili

Configurazione difficile

Il problema è “quanto tempo ci si mette ad impostare il router”? Quando è stata l’ultima volta che si è stati in grado di farlo bene al primo tentativo? Che dire quando si vuole aggiungere un nuovo PC alla rete wireless? E come si può mettere in rete una stampante wireless? Diciamolo chiaro, ogni rete è diversa e riuscire ad avere la giusta combinazione di impostazioni può essere una cosa difficile

Anche coloro che sono esperti di PC possono non capire le differenze tra le impostazioni di sicurezza o sapere che WPA-2 offre una migliore protezione rispetto alla WEP ordinaria

Questi e altri intoppi sono il motivo per cui impostare un router può essere una cosa fastidiosa, ancora oggi, anche per un utente esperto

Tra le possibili soluzioni ci sono i vari CD che i fornitori danno con il router, anche se essi non possono coprire ogni possibile circostanza

Quasi tutti i router hanno delle schermate di configurazione Web-based e fino a che ci si ricorda l’indirizzo IP del dispositivo, nome utente e password di default si dovrebbe essere in grado di entrare nelle schermate di configurazione e fare gli eventuali adeguamenti necessari

E’ solo una questione di capire quali sono le regolazioni necessarie

Come utilizzare il router per la condivisione di file

Continuando a vedere altri problemi legati al proprio router, vediamo che attivare la condivisione dei file da esso non è una cosa sempre semplice

Perché spendere soldi per un disco NAS se è possibile utilizzare il router per la condivisione di file? Molti router sono dotati di porte USB a cui è possibile collegare un disco esterno USB per il backup o per la condivisione di file

Purtroppo, anche se collegare un disco esterno dovrebbe essere una cosa facile, riuscire ad impostare e a far riconoscere l’unità non è una cosa sempre semplice

Sarebbe bello avere un software che consenta la condivisione senza avere i fastidi del setup

Dovrebbe essere una cosa facile collegare i computer in rete a questo storage condiviso, utilizzando il nome SSID del router o l’indirizzo IP

È inoltre necessario essere in grado di proteggere con una password l’unità condivisa in modo che non sia aperta a chiunque sia collegato a quella data rete

Tra i router che includono delle porte USB possiamo vedere quelli di Linksys, Belkin e Netgear

Alla fine, è tutta una questione di che software si usa per configurare l’unità USB e se si usa un PC Windows o un Mac

Tra i migliori router disponibili in questo senso vediamo un Router Belkin N + Wireless, che ha un programma separato per la configurazione del software, che funziona per entrambi i sistemi operativi e deve essere eseguito solo una volta per impostare l’unità condivisa esterna con Windows e con Mac

Dopo di che è possibile connettersi all’unità condivisa inserendo il relativo indirizzo IP locale

Attenzione, non c’è modo di proteggere con password i file sull’unità condivisa

Il vantaggio di poter condividere i file con il router è sia di tempo, dato che se ne risparmia molto, che di costo, dato che si evita di acquistare opzioni esterne

Eseguire gli aggiornamenti del firmware

Il firmware del router è un importante prima linea di difesa per la sicurezza della rete e deve essere tenuto sempre aggiornato

Trovare aggiornamenti del firmware sul sito Web di un fornitore non è una cosa per tutti e molti fornitori non rendono la vita facile in questo senso

Per cercare degli aggiornamenti occorre andare al sito di supporto del fornitore e cercare di rintracciare la versione corrente del proprio modello di router

Bisogna dunque scaricare

il file sul PC e caricarlo sul proprio router, al posto giusto, tramite la schermata del pannello di controllo Web del router

A complicare le cose ci sono i venditori che hanno spesso diverse versioni per ogni modello di router, dato che si fanno miglioramenti frequenti al router, spesso cambiando i chipset, ma mantenendo intatto il numero di versione dello stesso

Tra le possibili soluzioni ci sono quelle dell’aggiornamento automatico, che dunque non presuppone il dover passare attraverso il processo di download e di upload dei file

Si può controllare la sezione di aggiornamento del firmware nelle schermate della configurazione Web di ogni router per vedere se esso può essere aggiornato automaticamente

Tra i migliori router in questo caso ci sono il Belkin N + Wireless e il RangeMax Netgear, che hanno la funzione di abilitare gli aggiornamenti

Una volta impostato è possibile non pensarci più e essere sicuri che si avrà sempre l’ultima versione del firmware a disposizione

Anche questo è un concetto importante perché la sicurezza dovrebbe sempre essere messa al primo posto

Tutti coloro che vogliono navigare al riparo da spiacevoli imprevisti devono necessariamente pensare di investire tempo (e magari denaro, optando per un router ad hoc) in essa

Accessi temporanei alla rete

Uno dei problemi maggiormente sentiti che a volte si potrebbe aver bisogno di risolvere è quello dell’abilitazione dell’accesso temporaneo al wireless

Se si hanno dei visitatori a casa o dei vicini bisognosi, ma non si dare ad essi l’accesso permanente a tutta la rete, ci potrebbe essere l’opzione di dargli un accesso temporaneo, fino alla fine del bisogno

Anche se si pensa che sono persone affidabili, come si dice, “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”

Una buona idea sarebbe quella di concedere loro un accesso come host temporanei che permette di avere la connessione ad Internet senza possibilità di fare altro sulla rete, come ad esempio usare i dischi o le stampanti condivise

Vari fornitori hanno iniziato ad attivare questa opzione sul loro router, in una varietà di modi

Belkin, per esempio, ha un opzione si chiama “Hotel style“, il che significa che gli utenti vengono indirizzati ad una pagina di destinazione in cui devon inserire una speciale password per gli ospiti

Altri fornitori rendono facile configurare delle reti wireless distinte

solo per gli ospiti

Tra i migliori router disponibili in questo senso ci sono quelli di Cisco, con chiave USB, che è possibile usare sul computer della persona che si vuole connettere per eseguire una sessione di connessione alla rete

Una volta usata questa chiavetta USB si creerà una rete wireless separata con un nome e una password diversa che permette, come detto in precedenza, solo l’accesso a Internet

In questo caso possiamo continuare a parlare, come anche abbiamo visto nello scorso articolo, di sicurezza, che, oggi come oggi, è assolutamente importante

Non è mai una cosa positiva dare ad altri le nostre password di rete, anche se non per mancanza di fiducia, magari per evitare che possano finire nelle mani di sconosciuti se i nostri amici o vicini dovessero avere dei problemi

Controllare chi usa il router

Andando avanti con la serie di problemi legati alla rete Wifi, uno di essi è riuscire a determinare chi sia connesso alla rete wireless

Solo perché si pensa che la propria rete sia sicura, non significa che lo sia

E’ una buona idea controllare regolarmente per vedere chi sta usando il router, soprattutto se non si è cambiata la password di default del router stesso

Tuttavia, basta ricordarsi di eseguire un backup regolare dei file del proprio computer per essere più al sicuro

Fare questo controllo non è tuttavia una cosa facile dato che, in genere, la maggior parte delle interfacce utente web dei router indicano chi è attualmente connesso, ma trovare questo dato richiede entrare decisamente in profondità attraverso molti menù

A volte i venditori nascondono queste informazioni con un titolo come “DHCP Client List” oppure danno solo gli indirizzi IP e i nomi delle attuali connessioni

Non sarebbe utile se un router avvisa ogni volta che qualcuno si collega alla rete? Oppure, meglio, avere un elenco storico che mostri quando e chi si è collegato alla rete in passato?

Tra le possibili soluzioni ci sono l’installazione di strumenti di monitoraggio wireless, anche se, considerazione il prezzo di alcune di queste proposte, sono in genere fuori della portata di utenti privati e piccole e medie imprese

Tra i migliori router disponibili che facilitano questo controllo possiamo vedere quelli di Cisco, che quando ha acquistato la società Pure Networks ha acquisito anche un software chiamato Network Magic, che permette di avere una bella mappa di insieme delle persone che sono collegate ad una rete

Per qualche motivo, Cisco include questo software in alcuni dei suoi router Linksys, ma non nella serie Valet M10

È possibile acquistare una licenza, che funziona con qualsiasi router, per un massimo di tre PC

Leave a Reply