Ericsson punta al 5 G prima di tutti gli altri, per questo sta svelando dei plugin in grado di agevolare gli operatori telefonici per il testing sulla quinta generazione. Secondo…

5 G, Ericsson accelera i tempi

5 G, Ericsson accelera i tempi

Ericsson punta al 5 G prima di tutti gli altri, per questo sta svelando dei plugin in grado di agevolare gli operatori telefonici per il testing sulla quinta generazione.

Secondo gli obiettivi prefissati, il rush finale per la tecnologia 5 G si avrà entro il 2020, periodo durante il quale gli standard saranno disponibili per tutti. Anche se Ericsson ha deciso di dare un assaggio ai propri clienti e mostrare in anteprima quello che sarà il 5 G. Sulla rete Ericsson viaggia più del 40% del traffico mobile e ha svelato il anteprima il 5 G Plug-In. Il software è in grado di mostrare ai network cellulari di oggi, le potenzialità della tecnologia 5 G.

5 G Plug-In è supportato dal Radio System del gruppo, che mette insieme soluzioni per hardware e software end-to-end, che possono essere a loro volta utilizzati dagli operatori telefonici, al fine di  introdurli e prepararli ad accogliere  l’imminente evoluzione del 5 G. Grazie al software sviluppato sarà possibile effettuare dei test, così da riuscire ad implementare il 5 G, a partire da quest’anno.

Il kit sviluppato da Ericsson, include anche, software in grado di abilitare il Massive Mimo (multiple-input and multiple-output), ovvero un fattore grazie al quale si riesce a migliorare non solo l’esperienza di rete, ma anche la copertura della rete. Esiste anche il plugin Multi-User Mino, che ha il compito principale di trasmettere il maggior numero di dati a più dispositivi nello stesso arco temporale. La trasmissione dei dati, in questo caso, avviene nelle stesse risorse di tempo e frequenza, facendo uso del beamforming per individuare la direzione del segnale.

Di interesse anche la RAN (Radio Access Network), che ha il compito di migliorare l’efficienza delle prestazioni e centralizzare le funzioni delle reti virtualizzate, per inserirle su una piattaforma comune, che a sua volta possa sostenere e supportare sia la tecnologia 4 G che la nascente 5 G.

Tutti questi componenti completano il plugin per connessioni intelligenti. I primi trial rilasciati da Ericsson saranno disponibili già a partire da quest’anno, ma potranno essere messi in commercio solo con l’arrivo del 2017. L’obiettivo di Ericsson sarà quello di riuscire ad ottenere il meglio dalla nuova generazione di tecnologia targata 5 G.

Leave a Reply