Sempre più spesso gli utenti sono vittime di manovre poco trasparenti da parte degli operatori mobile. Per questo motivo è arrivata in soccorso AgCom per tutelare i cittadini che hanno…

AgCom contro operatori mobili

AgCom contro operatori mobili

Sempre più spesso gli utenti sono vittime di manovre poco trasparenti da parte degli operatori mobile. Per questo motivo è arrivata in soccorso AgCom per tutelare i cittadini che hanno subito la violazione dei propri diritti.

Tra le manovre che non convinco AgCom sono sicuramente gli addebiti poco trasparenti agli utenti e altre pratiche illecite da parte degli operatori telefonici mobili.

AgCom sta agendo con l’invio di sanzioni ai gestori telefonici interessati, in questo caso specifico  Telecom e 3 Italia, anche se sono ancora molte altre le pratiche da esaminare.

Tali pratiche dipendono dalla stagione estiva, periodo in cui il gestore telefonico tende a riformulare il piano delle offerte tariffarie. Questo, secondo AgCom, avviene sempre più spesso in maniera poco trasparente. Tra queste manovre illecite, una delle più comuni è certamente la disattivazione della sim per non utilizzo. La stessa sim per poi essere riutilizzata necessità di essere riattivata al costo di 10 euro. Un onere eccessivo per l’utente, che ha portato AgCom ha stabilire la sanzione dal valore di 120 mila euro a carico di TIM. L’accusa a carico dell’operatore è quella di non avvisare in tempo l’utente prima di disattivare la scheda telefonica.

Disattivare le sim è un interesse dell’operatore ma allo stesso tempo arreca un danno evidente all’utente, quando questo non viene informato con trasparenza, e poi è costretto a riattivare la Sim pagando ulteriormente.

In seguito alla decisione di Agcom, il gestore TIM ha fatto sapere che dal 29 luglio ha introdotto una nuova procedura in grado di consentire all’utente il reintegro della vecchia sim. Per fare la richiesta di reintegro della sim è necessario compilare un modulo disponibile online direttamente sul sito della TIM, il quale deve essere inviato tramite fax insieme ad un documento di identità. Inoltre è possibile riattivare il proprio numero anche acquistando una nuova sim di ultima generazione presso i negozi TIM.

A tal proposito è stata inviata anche un altra sanzione dal valore di 480 mila euro per il gestore di telefonia mobile 3 Italia. L’accusa in questo caso era relativa alla poca trasparenza riguardo gli addebiti in bolletta per il portale 3 e i contenuti dell’App&Store. Anche Vodafone insieme a 3 Italia riceveranno, a breve, sanzioni per la segreteria telefonica sull’iPhone, considerata una pratica commerciale scorretta.

 

 

Leave a Reply